Commenti Quotidiani.

2 maggio 2013

DARIO FO: FASCISTA REPUBBLICHINO: NON LO SAPEVO

DA WIKIPEDIA: “…Il processo di Varese dura un anno e si conclude, dopo oltre dieci udienze, il 15 febbraio 1979, con una sentenza che assolve per intervenuta amnistia il direttore de II Nord. Nel 1979 nella sentenza fu scritto: “È certo che Fo ha vestito la divisa del paracadutista repubblichino nelle file del Battaglione Azzurro di Tradate. Lo ha riconosciuto lui stesso – e non poteva non farlo, trattandosi di circostanza confortata da numerosi riscontri probatori documentali e testimoniali – anche se ha cercato di edulcorare il suo arruolamento volontario sostenendo di avere svolto la parte dell’infiltrato pronto al doppio gioco. Ma le sue riserve mentali lasciano il tempo che trovano.[…] lo rende in certo qual modo moralmente corresponsabile di tutte le attività e di ogni scelta operata da quella scuola nella quale egli, per libera elezione, aveva deciso di entrare. E’ legittima dunque per Dario Fo non solo la definizione di repubblichino, ma anche quella di RASTRELLATORE”.

Ricorda il caso di un altro nobel: Gunter Grass

E oggi Paolo Becchi giustifica la violenza con motivazioni sociologiche: gli ricordo non è mai giustificabile la violenza anche se lo dice per scherzo!!(ma che scherzo è?).

Ricordate tutti i cattivi maestri del nostro povero Paese, travestiti da maestri di morale che poi hanno parlato di violenza come mezzo?

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: