Commenti Quotidiani.

4 maggio 2013

Evviva Cecile Kyenge ministra dell’Integrazione, fieramente nera, italocongolese: una persona competente, distinta e composta che con determinazione senza badare agli insulti razzisti di Zaia e compagnia leghista razzista cantante a seguito , finalmente cercherà di ottenere la cittadinanza italiana per i figli di stranieri nati e che vivono qui e che parla di politiche per l’Integrazione a livello europeo come necessarie e preventive: è un successo storico di questo governo e delle forze che lo supportano. Senza inutili perdite di tempo si potrebbero risolvere tutti gli altri problemi dell’Italia in un ottica di crescita economica, riforma delle istituzioni e tagli agli sprechi

Prego il Presidente della Repubblica e il Parlamento di sanzionare qualsiasi espressione razzista tanto più se proveniente da politici, vietata dalla nostra Costituzione.

2 febbraio 2012

Responsabilità civile dei giudici: un bel bavaglio alla giustizia ?

Fermo restando che ogni professione ha una resposabilità e quindi in termini generali si può essere anche d’accordo con l’emendamento passato oggi alla Camera, il mio dubbio è che se davvero si applicasse tutti gli imputati farebbero ricorso con conseguente ingolfamento ulteriore della giustizia. Inoltre quale assicurazione professionale coprirebbe un giudice, cioè di che massimali di risarcimento stiamo parlando? E cosa vuol dire sbagliare nel giudizio con colpe gravi? CHI LO DECIDE SE NON UN ALTRO GIUDlCE ?Ecco perchè l’ememdamento o è fatto da impreparati o è ipocrita alla meglio. Non era per questo che esistono appunto i tre gradi di giudizio per l’imputato? L’emendamento passato a scrutinio segreto è troppo generico e solo intimidatorio, tanto più se chi lo vota sono i partiti, “perseguitati” dalla giustizia a destra come a sinistra, a cui non dispiacerebbe un bel bavaglio ai giudici. E invece gli stessi che dicono che tre gradi di giudizio sono troppi sono quelli che oggi hanno proposto l’ l’emendamento a firma della Lega Nord.

Ricordo che la Lega proponeva anche l’elezione poplare dei giudici con conseguente partitocrazia della giustizia, e dove arrivano i partiti (RAI per esempio )ci sono solo danni

Inoltre la Lega è alla guida dei 26 parlamentari che stanno facendo ricorso contro i tagli (di poco conto per altro finora) alla casta dei politici

Insomma i leghisti sono il vero partito che non vuole cambiare  nulla, cavalca battaglie di facciata con intenti populisti e per la distruzione del Paese. Il loro obbiettivo è sempre lo stesso dividere l’Italia anche votando per non arrestare Cosentino, un altro perseguitato tra i tanti.

Ecco perchè la responsabilita dei giudici oggi esiste già ma rimane a carico dello Stato.Ecco Perchè il ministro Severino si augura che questo emendamento possa essere cancellato in seconda lettura dal Senato.

COMMENTO INVIATO AL CORRIERE DELLA SERA IL 02/02/2012

12 gennaio 2012

L’ ITALIA OGGI HA FATTO LA SECESSIONE DALLA LEGA.

LA LEGA E’ OGGI FINITA: BASTA CON IL FARE OPPOSIZIONE COME SE VENISSE DA MARTE, DIMENTICANDO TUTTO QUELLO CHE NON HA FATTO IL SUO GOVERNO NEI TRE ANNI PRECEDENTI NEGANDO LA CRISI. BASTA CON “ROMA LADRONA” QUANDO NULLA E’ STATO FATTO CONTRO LE CASTE. TROTA DOCET LA MERITOCRAZIA E’ ALTRO. BASTA COL PARLAR MALE DELLA GENTE DEL SUD IN MODO APERTAMENTE O SOTTILMENTE OFFENSIVO, QUANDO POI SI FAVORISCE  IL VERO MALE DEL SUD, LA MAFIA , IMPEDENDO ALLA GIUSTIZIA DI FARE CHIAREZZA SUI GRAVI INDIZI DI CAMORRA A CARICO DELL’ ON. DEL PDL COSENTINO PER I QUALI E’ STATO RICHIESTO L’ ARRESTO, NEGATO OGGI IN PARLAMENTO PROPRIO GRAZIE AI VOTI DELLA LEGA (MARONI ESCLUSO)  E RADICALI. LA MAFIA ESITE AL NORD. ECCOME SE ESISTE, OGGI NE ABBIAMO AVUTO UNA DIMOSTRAZIONE. INTANTO SANTORO A “SERVIZIO PUBBLICO” HA MOSTRATO ROSARNO DOVE LA SITUAZIONE E’ RIMASTA COME PRIMA:  I NERI SFRUTTATI VIVONO IN GABBIE E LAVORANO IN NERO PAGATI UN EURO A CASSA          DI FRUTTA. DEI PROBLEMI DEL SUD NESSUNO SI E’ DAVVERO MAI INTERESSATO, AL DI   LA’ DELLE TRAGEDIE CHE DURANO UNA PRIMA PAGINA, DEL PONTE SULLO STRETTO O SOLO QUANDO BISOGNA SALVARE DALL’ ARRESTO UN POTENTE CON GRAVI INDIZI DI MAFIA.
OGGI L’ITALIA E LA GIUSTIZIA HANNO  FATTO LA SECESSIONE DALLA LEGA .
IL “TERRONE “SAVIANO SI INDIGNA E TUTTI NOI CON LUI.                                             

19 dicembre 2011

Cronache quotidiane da un Paese A…normale

Sintesi delle notizie di oggi , una normale giornata in un Paese da rifare:
1 Un Parlamento di non eletti giudica illegittimo un governo costituzionalmente previsto che prende i voti dal Parlamento stesso
2 I Partiti hanno paura di un governo che potrebbe finalmente fare le riforme giuste superando gli interessi di parte
3 La Lega fino a ieri corresponsabile delle cose non fatte negli ultimi tre anni di non governo Berlusconi-Bossi, oggi veste i ridicoli panni dell’ opposizione ad un governo in carica da due setttimane, una deputata si veste addirittura da operaia, mentre la Padania Quotidiano, che prende i contributi da Roma per l’editoria, manda in mobilità i suoi dipendenti. Intanto un pazzo neofascista  a Firenze ascoltando venti anni di incitamento alla paure del diverso e alla sicurezza contro gli immigrati, uccide a caso solo senegalesi perchè di colore, non proprio a caso dunque .Una mente malata in un contesto di odio può fare questi danni
4 “Le frequenze della tv è meglio assegnarle gratis a mediaset e Rai piuttosto che fare un asta a pagamento” : ultimo pensiero liberale dell’ uomo dei conflitti di interesse mai risolti anche dalla sinistra: Berlusconi
5 I sindacati arroccati su posizioni antiche sono indisponibili a trattare una riforma del lavoro a tutto campo mentre partite iva finte o vere e altri precari non hanno rappresentanza. Si difendono privilegi di chi il posto fisso ce l’ha a discapito di tutti gli altri che gradirebbero continuità di reddito.
6 Ci si oppone alle liberalizzazioni: meglio pochi taxi cari dove un tassita guadagna più di un architetto laureato. A New York il taxi è guidato dai pachistani, ultimi arrivati nella grande mela, costa meno di Milano e ci sono meno auto private in giro.qui da noi se hai un taxi sei del ceto medio.
7 Fs compete con NTv sui treni superveloci : ai pendolari non pensa più nessuno . Sul sito di Fs le tratte richieste mostrano solo i treni FrecciaRossa se vuoi un interegionale devi cercartelo.                                                                                                                                                                                                                                    8 Dalla casta dei politici alle altre caste nella Pubblica Amministrazione : i questori di Palazzo Chigi guadagnano più di alcuni deputati. Intanto ancora nessun taglio all’ orizzonte, nessun controllo di efficienza con eventuali sanzioni. Licenziare tutti significa poter licenziare anche nel settore pubblico.                                                                                                                                                                                                                          9 La chiesa chiede equità ma non paga l’ici su alberghi e convitti.  Don Verzè si è paragonato a Gesù Cristo.

28 novembre 2011

Ma quanto è falsa adesso la Lega all’ opposizione ?

DA ITALIALAND CROZZA IN “FORREST BOSSI”

10 novembre 2011

Vendola e Di Pietro fanno peggio di chi criticavano? Cioè come la Lega. Per colpa loro governo Monti e Paese intero a rischio

Come si può dire che non si accetta a prescindere un governo Monti di unità nazionale ma si preferiscono le elezioni, con questa legge elettorale, in un momento tragico per l’Italia? Lo sostengono davvero Vendola, Di Pietro come la Lega e i falchi del PdL? Non Berlusconi sembra, ma quanto farà pagare caro il suo appoggio? Non sopporto i No a priori: quando si profila un governo guidato da Monti, persona onesta, competente e stimata nel mondo può cambiare qualcosa. Quella di Sel e IdV potrebbe allora essere una strategia politica per ottenere qualcosa dal nuovo governo e me lo auguro! Infatti ben altra cosa invece potrebbe essere dare il si alla fiducia solo a determinate condizioni: Di Pietro avrebbe la possibilità di dare il suo ok al governo Monti solo se si accettano provvedimenti come il taglio dei costi della politica , le “due legislature al massimo” e “non i corrotti in parlamento” da sempre propagandate. Allo stesso modo Vendola se scendesse dal suo piedistallo veterocomunista che lo rende sempre “puro” ma lo mostra poi sfascista e mai disposto al dialogo, nel momento delle scelte, per il bene del Paese, potrebbe porre alcune condizioni come evitare le “macellerie sociali” piuttosto che opporsi sempre ditinguendosi da tutti, stando alla fine sempre fuori ma non dal governo , dalla realtà della gente. I leader di Pd, il Terzo polo e il Pdl (responsabile con la Lega del casino ingovernabile in cui siamo) mettendoci la faccia devono guidare la discussa orda di “nani e ballerine” in parlamento (e questa sarà la cosa più difficile) a salvare l’Italia tagliando i costi della politica, gli sprechi, i conflitti di interesse illiberali fonte di malfunzionamenti dello Stato, riformando il lavoro, dai precari alla crescita e ridandoci una nuova legge elettorale democratica per le elezioni venture. Troppo facile per la Lega tornare all’ opposizione alla ricerca di una “verginità” , come se non fosse mai stata responsabile dei danni che il governo ha fatto anche  al Nord e agli Enti Locali o delle cose che non ha fatto. La Lega ha dimostrato che sa stare solo all’opposizione: da sempre sa urlare ma non ha mai saputo costruire e governare la realtà. Ora è il momento delle scelte e dei sacrifici: tutti si devono sacrificare a partire da chi ha di più privilegiato e non per meriti, come politici, Trota e Minetti varie.

Commento inviato il 10/11/2011 al programma Servizio Pubblico Live

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: